L’art. 56 del D.L. 17.03.2020, n. 18 ha previsto una moratoria per il pagamento di finanziamenti, mutui e leasing che può essere richiesta dalle PMI e che si estende fino al 30.09.2020, non essendo subordinata ad alcun parere deliberante da parte degli istituti di credito o società di leasing.

Sarà sufficiente presentare richiesta alla banca/leasing con autocertificazione di aver subito una temporanea carenza di liquidità.

Si mette a disposizione un fac-simile di autocertificazione, precisando che appare opportuno chiedere preliminarmente al soggetto finanziatore (banca, società di leasing, ecc.) se sono disponibili modelli personalizzati, ma con analogo contenuto.

Si segnala che l’Associazione bancaria italiana ha confermato l’orientamento del governo, riconoscendo anche i professionisti, e i lavoratori autonomi titolari di partita Iva, tra i soggetti beneficiari delle misure previste.

Moratoria mutui, come funziona?

Possono beneficiare della moratoria le PMI che alla data del 17.03.2020 avevano ottenuto prestiti o linee di credito da banche o altri intermediari finanziari, facendone semplice richiesta alla banca o altro intermediario finanziario creditore, ossia attraverso una mera “comunicazione” di volersi avvalere della moratoria, con allegata la relativa autocertificazione dei requisiti.

Fac simile richiesta moratoria mutui imprese

Scarica il fac-simile di dichiarazione sostitutiva da presentare alla tua banca per la sospensione di finanziamenti, mutui e leasing.

Se hai trovato utile l’articolo ti chiedo di condividerlo sui social. Grazie!