un-dipendente-puo-emettere-una-ricevutaLa risposta al quesito non è univoca, ma bisogna analizzare i diversi casi.

Dipendente privato
Se la prestazione viene effettuata nei confronti della stessa azienda dove si lavora, l’Inps ha chiarito che c’è incompatibilità.
Se il committente invece è un soggetto diverso dal proprio datore di lavoro non c’è nessun tipo di problema.
Ciò che si deve sapere è che il reddito viene tassato ai fini Irpef e relative addizionali regionali e comunali. E’ quindi molto importante tener presente questo aspetto, perché anche un basso compenso, sommato ai redditi da lavoro dipendente potrebbe far scaturire versamenti d’imposta.
A tal fine potrebbe essere utile valutare l’apertura della partita iva ed aderire così al regime dei minimi, un regime fiscale che consente di tenere divisi i due redditi e di tassare quelli con partita iva al 5%.

Dipendente pubblico
Se invece di essere un dipendente privato lavorate per la pubblica amministrazione il lavoro occasionale non è consentito. Il dipendente del pubblico impiego è obbligato ad assicurare l’imparzialità e il buon andamento dell’attività amministrativa.
Se invece siete dipendente pubblici part-time la prestazione occasionale è consentita.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy