imagesSi chiamerà Trise la nuova tassa sugli immobili, che andrà a sostituire IMU e Tares. E’ quanto emerge dalla bozza alla legge si stabilità in discussione oggi dal Consiglio del Ministri. Avevamo già parlato ieri circa le modalità di calcolo e le aliquote che verranno applicate, vedi qui.

C’è però da dire come nella serata di ieri il ministero dell’Economia ha pubblicato una nota dichiarando che le bozze in circolazione non coincidono al disegno di legge che verrà dibattuto dal consiglio dei ministri.
Tra le altre novità si segnala il possibile aumento della detrazione base per i lavoratori dipendenti, che potrebbe passare dagli attuali 1.338 a 1.450 euro.
Stop alle rivalutazioni, per il solo anno 2014, delle pensioni con importo superiore a 3.000 euro.
Previsto inoltre un aumento dell’aliquota sulle rendite finanziarie, che sale dal 20 al 22%, maggiori deduzioni IRAP per i neoassunti, rifinanziato il fondo per la Social Card.

Tagged with →  
Share →

One Response to Trise, così si chiamerà la nuova tassa sulla casa

  1. Guido scrive:

    Salve, possiedo in regime di comunione dei beni con mia moglie, la casa in cui abitiamo. Se acquistassimo un’altra casa sempre in regime di comunione dei beni, dovremmo considerarla seconda casa? E se uno di noi due spostasse la sua residenza nella nuova casa? Esiste un modo legale per avere due case (una casa io ed una casa mia moglie oppure sia io che lei il 50% di entrambe le case) senza pagare le tasse come seconda casa?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy