Il Ministero della Giustizia ha ritenuto che l’atto costitutivo e lo statuto delle società a responsabilità limitata semplificata, le famose Srl semplificate, possono essere integrati dalla volontà negoziale delle parti. Non solo: che “in un sistema che delinea il paradigma della società a responsabilità limitata in chiave di ampia derogabilità da parte dei soci, appare incongruo ritenere che la norma primaria abbia voluto (non espressamente) limitare l’autonomia negoziale rimettendo a una normativa regolamentare l’individuazione delle innumerevoli possibili opzioni concernenti l’organizzazione e il funzionamento della società”. Tutto ciò è stato espresso in una nota dello scorso dicembre (prot. n. 43644 del 10 dicembre 2012).

A seguito di ciò, la Srls sembra perdere la rigidità dello statuto standard. Il Ministero della Giustizia ha invertito l’opinione nata dopo l’ordinamento delle Srls e delle Srl a capitale ridotto.

Stando all’articolo 2463-bis, l’atto costitutivo della Srls “deve essere redatto per atto pubblico in conformità al modello standard tipizzato con decreto ministeriale” ed era impossibile una modifica al testo standard di statuto. Quest’ultimo aspetto era anche asserito dallo stesso Ministero dello Sviluppo Economico con la nota n. 182451 del 30 agosto 2012.

Share →

2 Responses to Srls: statuto standard o l’atto costitutivo integrabili. La normativa

  1. Alessio scrive:

    Interessante!

  2. Cristian scrive:

    Buonasera Dott. Forestiero, innanzitutto le faccio i complimenti per il sito molto ricco di contenuti interessanti.
    Mi interessa sapere se vi occupate anche della tenuta della contabilità delle nuove srl semplificate e ricevere un vostro preventivo. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy