socio-srl-regime-forfettarioDa pochi giorni è in vigore il nuovo regime dei minimi 2016, il forfettario, che prevede rispetto al precedente regime, delle diverse regole di applicazione e di adesione da parte dei professionisti e dei titolari di partita Iva. Ad esempio, è possibile l’adesione al suddetto regime anche da parte dei soci di una società di capitali, ad esclusione di Srl con all’attivo un regime di trasparenza fiscale.

Cosa valutare per l’adesione al regime forfettario 2016 dei soci di una Srl

Il nuovo e unico regime dei minimi (noto anche come forfettario) prevede la possibilità per i soci in possesso di quote di società di capitali, di poter presentare una richiesta per l’adesione ad un regime agevolato in termini di partita Iva. Tuttavia, è necessario prestare attenzione al tipo di società di capitali di cui si detiene delle quote, poiché restano escluse da tale possibilità, le società a responsabilità limitata che hanno aderito al regime di trasparenza fiscale (ossia di esenzione dal pagamento della tassazione Ires e applicazione di un’unica tassazione Irpef sugli utili percepiti dai soci).

E’ importante, inoltre, verificare l’anno di riferimento delle quote dei soci in società di capitali, poiché sono possibili due opzioni:

  • Possesso sia nel 2015 e sia nel 2016 delle quote da parte dei soci, con l’esclusione dalla possibilità di richiedere un’adesione al nuovo regime forfettario.
  • Possesso solo nel 2015 e cessione entro l’anno delle quote da parte dei soci, con la possibilità di richiedere l’adesione al regime per il 2016, poiché non presente il limite di accesso da parte degli stessi al regime agevolato in termini di partita Iva.

Adesione al regime forfettario 2016 anche per gli amministratori di una Srl

Se il nuovo regime forfettario prevede l’esclusione dei soci di una Srl in regime di trasparenza fiscale, a meno che non si sia eseguita una cessione delle intere quote di capitale nel 2015, lo stesso non si può dire per quanto attiene un amministratore di una società a responsabilità limitata. In questo caso, infatti, non esiste ancora un riferimento normativo preciso e tra i requisiti per un’adesione al regime forfettario, non si prevede nessuna esclusione per un amministratore di Srl di poter aderire a tale regime agevolato.

E per chi ha ricoperto questa carica in passato? E’ possibile rientrare nel regime forfettario? Anche in questo caso, la risposta potrebbe assumere una forma positiva, poiché non esistono riferimenti normativi che escludono tale causa tra i requisiti principali di un regime agevolato.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy