contrasto d'interessiQuante volte abbiamo rinunciato alla fattura dell’idraulico o del medico pur di ottenere un piccolo sconto sul prezzo da pagare. Una prassi questa molto diffusa, che fa comodo ad entrambi.

La delega fiscale appena approvata ieri dalla Camera contiene importanti novità sul tema della lotta all’evasione fiscale.
Stiamo parlando del cosidetto “contrasto d’interessi” cioè quella norma che consentirebbe al contribuente di scaricare dalla propria dichiarazione dei redditi scontrini e fatture e con l’obiettivo quindi di spingere il contribuente a richiedere sempre la fattura.

Attualmente il fisco consente di detrarre solo alcune spese, come per esempio i lavori di ristrutturazione effettuati sul proprio immobile, ma la maggior parte delle spese sostenute non possono essere scaricare nella dichiarazione dei redditi.

E’ stato inoltre istituito un fondo per la riduzione della pressione fiscale, che verrà alimentato dalle maggiori entrate provenienti dalla lotta all’evasione fiscale.
Per ora la norma non è legge e non è neanche una novità visto che se ne parla ormai già da troppo tempo. Sarà la volta buona?