Nuovi valori catastali e nuove rendite. Saranno questi gli effetti prodotti da un algoritmo che deciderà le sorti degli immobili dal punto di vista catastale. In altre parole, un programma per Pc fornirà l’equazione per definire le nuove regole castali dell’ex Agenzia del Territorio.

Il programma terrà conto di alcuni parametri che consentiranno di calcolare una rendita e un valore degli immobili più veritieri. Terrà conto dei metri quadratati, della zona di appartenenza e, naturalmente, della tipologia catastale. Al valore medio di mercato così individuato si applicheranno dei coefficienti che dipenderanno dall’ubicazione, dall’epoca di costruzione e dal grado di finitura dell’immobile.

La riforma del catasto prevede anche la creazione di 103 commissioni censuarie chiamate a validare le funzioni statistiche che daranno vita al nuovo sistema di calcolo. Ma cosa succederà in pratica? Questa è la domanda che si pongono un po’ tutti i proprietari di immobili. Ci saranno altre tasse da pagare? Aumenteranno le imposte? Vedremo presto.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy