Come anticipato nei giorni scorsi, è stato aggiunto un ulteriore requisito per l’accesso al nuovo regime forfetario che farà il suo debutto dal 01° gennaio 2015.
Infatti, per l’accesso al nuovo regime deve essere verificata un ulteriore condizione e cioè che i redditi d’impresa o di lavoro autonomo devono essere prevalenti rispetto a quelli di lavoro dipendente o da pensione percepiti. Tale verifica non deve essere effettuata se la somma dei due redditi non eccede 20mila euro e qualora il rapporto di lavoro è cessato. La verifica deve essere effettuata sui redditi dell’anno precedente l’accesso.
Tale condizioni va ad aggiungersi alle altre (vedi qui).
Tutto invariato per il resto. La tassazione sale dal 5 al 15% e la base imponibile su cui calcolare l’imposta viene determinata applicano dei coefficienti di redditività che variano in base all’attività.
Confermata anche la possibilità per quei contribuenti attualmente nel regime dei minimi di restare nel regime fino alla naturale scadenza.