Rispondendo anche indirettamente da un quesito arrivatomi via mail, tratto oggi il caso di un lavoratore dipendente con contratto a tempo determinato conclusosi nel 2009 per scadenza contrattuale. L’anno successivo, tale soggetto apre partita IVA con il regime dei minimi. La domanda che mi pone è: oggi, posso continuare ad applicare tale regime? C’è da dire che il contribuente fattura alla stessa ditta dove lavorava prestazioni identiche a quelle che esercitava da dipendente.

Bene, va rilevato che la condizione di cui alla lettera b) del comma 2 dell’articolo 27 del decreto legge 6 luglio 2011 n.98, secondo cui l’attività non deve costituire, in nessun modo, una mera prosecuzione di altra attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente, non opera laddove il contribuente dia prova di aver perso il lavoro o di essere in mobilità per cause indipendenti dalla propria volontà.

Si ritiene che nel caso in cui il contratto sia terminato per scadenza naturale non dipenda dalla volontà del contribuente stesso.

L’importante sarà – lo ripeto – dimostrare che il mancato rinnovo del contratto di lavoro sia dovuto a cause indipendenti dalla volontà del contribuente stesso.