Dal 01° gennaio 2015 il tasso di interesse legale si abbassa dall’1% allo 0,5%.
E’ quanto stabilisce il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze dell’11 dicembre e pubblicato in G.U. Serie Generale n.290 del 15-12-2014.
Importanti gli effetti sul profilo fiscale, poiché viene utilizzato ai fini del calcolo del ravvedimento operoso, cioè la possibilità concessa al contribuente di sanare mancati o insufficiente versamenti.
Quindi fino al 31 dicembre 2014 il tasso di interesse è pari all’1%, per poi scendere dal 01 gennaio 2015 allo 0,5%.

Benefici anche ai fini contributivi. Infatti, in caso di mancato versamento di contributi, le sanzioni possono essere ridotte fino alla misura del tasso di interesse legale, in determinate circostanze (aziende agricole colpite da eventi eccezionali, aziende sottoposte a procedure concorsuali, associazioni non aventi fini di lucro).