Il decreto sulle liberalizzazioni ha abrogato le tariffe professionali ed ha introdotto il preventivo scritto. Di che si tratta? Semplice: il cliente ha la possibilità di pattuire il compenso al momento del conferimento dell’incarico professionale richiedendo un preventivo scritto commisurato al grado di complessità dell’incarico.
Nel preventivo, oltre alla cifra e ai dati del cliente, devono essere inseriti gli estremi della polizia assicurativa sottoscritta dal professionista per tutelarlo dagli eventuali danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale.
E c’è di più. Se non vengono rispettate queste nuove previsioni, sul professionista ricade la responsabilità per illecito disciplinare.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy