Oggi analizziamo quali sono i costi per aprire una partita iva ed avviare un e-commerce.

Partita iva e-commerce: costi e burocrazia

partita-iva-e-commerceInizialmente, per contenere i costi di start-up, conviene sicuramente aprire una ditta individuale, sopratutto se prevedi un fatturato, almeno per i primi anni di attività, non molto alto. Poi sicuramente se il fatturato cresce puoi valutare il caso di costituire una società e in questo caso conviene sicuramente una srl.

Vendita occasionale

La domanda che spesso mi viene fatta dagli utenti del mio blog che mi contattano e se devono obbligatoriamente aprire partita iva anche se incassano meno di 5.000 euro.

La risposta è si. Se vuoi essere in regola con il fisco e non avere brutte sorprese, devi aprire la partita iva prima di inziare l’attività!

Costo iscrizione camera di commercio

I costi sono davvero contenuti, circa 100 euro tra bolli e diritti da versare alla Camera di Commercio. Occorre anche aprire una pec dove ricevere tutte le comunicazioni dai vari enti.

Come si apre la partita iva?

Ormai tutte le pratiche di avvio attività vengono effettuate in via telematica inviando una  comunicazione unica al Registro Imprese della Camera di Commercio con la quale si chiede l’assegnazione del numero di partita IVA e si adempie agli obblighi di comunicazione verso l’Agenzia delle Entrate, SUAP e INPS.

Scia commercio elettronico  

Contestualmente all’inizio attività devi presentare la Scia (segnalazione certificata di inizio attività) al Suap (sportello unico attività produttive).

Quanto costa la pratica per la scia?

Alcuni comuni applicano dei diritti di segreteria, altri invece nulla. Occorre quindi contattare il Suap del comune dove avviare l’attività o visitare il sito web dell’ente.

Iscrizione inps online

Bisogna obbligatoriamente aprire anche una posizione inps. L’iscrizione viene effettuata online, in un unica comunicazione indirizzata ai vari enti.

Regime fiscale e commerce

Attualmente esiste un regime fiscale che si chiama regime forfettario che consente di pagare solo il 5% di tasse. E’ inoltre possibile, dietro presentazione di apposita domanda di beneficiare di un regime agevolato anche per ciò che concerne i contributi inps da pagare.

Devi però rispettare dei requisiti; per verificare la sussistenza di tali requisti puoi contattarmi.

Commercialista e-commerce

In un attività simile capita spesso di effettuare vendite anche fuori Italia (UE o Extra-UE), acquistare in Europa o importare da paesi come la Cina. Per questo è importante affidarsi ad un commercialista esperto nella materia.

Se vuoi un consulto completamente gratuito prima di avviare l’attività contattami!

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy