Nonostante la ragguardevole distanza temporale si inizia già a parlare di una probabile proroga per la consegna del Modello 730 e del Modello Unico inerenti i redditi dell’anno di imposta 2014. La scadenza del 7 Luglio sembra quindi molto difficile da rispettare in quanto il modello 730 presenta diverse criticità (tra cui anche il “travaso” dei dati relativi all’importo dei redditi percepiti, delle assicurazioni pagate, ecc.) ed anche il modello Unico ha alcuni problemi relativi al modello studio di settore ed al calcolo degli acconti da pagare a Giugno. Inoltre anche l’aggiornamento del software, derivante dalla collaborazione tra Sogei e Agenzia delle entrate non è stato ancora approntato e definito.

Per tutti questi motivi gli addetti ai lavori giudicano come altamente probabile una proroga della scadenza della consegna dei modelli, proroga di almeno 10 – 15 giorni (la data ultima di consegna ad oggi è quella del 7 luglio, sia per invio tramite Caf sia per invio online).

A tale situazione già abbastanza complessa occorre anche aggiungere che l’Agenzia delle Entrate dovrà tenere in considerazione anche quanto stabilito dal Garante della Privacy, indicazioni pervenute in data 20 Febbraio all’amministrazione.

Resta da valutare se l’agenzia riuscirà a rispettare la data del 15 Aprile, termine ultimo per l’approntamento del 730 precompilato e quella di consegna dei dichiarativi inerenti gli studi di settore da allegare al modello Unico. I modelli studi di settore saranno però modificati anche in virtù delle indicazioni derivanti dalla riunione annuale con Sose (società per gli studi di settore) in data 9 Aprile. In tale incontro verranno decisi i correttivi anticrisi da applicare al modello studi di settore e gli operatori del settore tenteranno di evitare inutili e continui rinvii delle decisioni, così come successo anche negli anni passati.

Decisamente si ha una situazione in cui il calendario fiscale non è stato ancora deciso e pertanto si attendono nuove decisioni in materia al fine di avere un quadro più chiaro della situazione.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy