I premi di assicurazione possono essere inseriti nella prossima dichiarazione dei redditi 730 o modello unico, con una detrazione del 19% e un massimo di spesa di 1.291,14.

Spese da poter detrarre nel modello 730

Il principale riferimento normativo da poter utilizzare è il D.L. n.102 del 31 agosto 2013, che stabilisce per l’anno d’imposta 2014 delle soglie massime di detraibilità sui suddetti premi.

In particolare è possibile distinguere due casi importantissimi su:

  • Assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni con contratti, per i quali il limite massimo della detrazione è di euro 530.
  • Assicurazioni sul rischio di non autosufficienza, per i quali il limite massimo della detrazione è di euro 1291,14.

 

Nel primo caso rientrano tutti i premi versati nei confronti di compagne italiane ed estere, per i contratti di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni entro il 31 dicembre 2000 e i premi versati a partire dal 01 gennaio 2001 sul rischio di morte e di invalidità permanente superiore al 5%.

Nel secondo caso rientrano tutti i premi versati a copertura di un rischio di non autosufficienza che impedisce il corretto svolgimento delle normali attività quotidiane. In questo caso la detrazione è possibile solo nel caso in cui sia previsto che la compagnia assicurativa non possa recedere dal contratto stipulato.

 

Voci da compilare nel modello 730

I premi di assicurazione potranno essere indicati nel quadro RE del modello 730 (ed in alternativa nel quadro RP del modello Unico).

Nei righi da E8 a E12 invece dovranno essere inseriti:

Codice 36, per i premi pagati nel 2014 sulle assicurazioni contro il rischio di morte e per invalidità permanenti inferiori al 5% (stipulate o rinnovate dal 2001) e per i premi sulle assicurazioni sulla vita o contro gli infortuni (stipulate entro il 2000).

Codice 37, per i premi pagati nel 2014 sulle assicurazioni contro il rischio di non autosufficienza.

 

E’ possibile ottenere una detrazione fiscale massima di 1291,14 euro anche nel caso di assicurazioni stipulate per familiari a carico. Per le assicurazioni contro la vita e per gli infortuni, inoltre, la detrazione è possibile solo nel caso di una durata del contratto superiore ai cinque anni e senza concessione di prestiti nel medesimo periodo.

Il contribuente è tenuto alla conservazione dei documenti necessari per adempiere ai versamenti dei premi assicurativi e per la presentazione in caso di controllo fiscali.

Ed in particolare:

  • Le ricevute di pagamento del premio versato ogni anno
  • Il contratto di assicurazione (con l’indicazione dei dati su contraente e assicurato, tipologia di contratto, importi versati e data della sottoscrizione o del rinnovo del premio).
Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy