Un ragioniere fino al 20.09.2013 ha svolto la propria attività contabile presso una carrozzeria.
Nell’Ottobre 2013 ha svolto una prestazione occasionale della durata di 20 giorni, avente come oggetto l’assistenza agli anziani (attività completamente diversa dal ragioniere).
Ora a partire dal 2014, il soggetto vorrebbe aprire la partita iva per svolgere abitudinariamente tale attività di assistenza.
Si richiede se la prestazione occasionale svolta nel 2013 possa impedire lo svolgimento di tale attività con il regime dei minimi?

 

L‘Agenzia delle Entrate ha chiarito, con la risoluzione n. 239/2009, che l’aver svolto un’attività di lavoro autonomo occasionale non vieta l’accesso al regime dei minimi.

Si ritiene, quindi, che il contribuente indicato nel quesito possa accedere al regime dei minimi.