Su quelli in formato digitale, s’intende. Si aspettava da tempo. L’Iva sugli ebook, i libri elettronici tanto amati dai giovani hi-tech è stata portata al 4%. A fissare la nuova aliquota è stato un emendamento depositato dal governo al Ddl di Stabilità.

Con tale emendamento viene allargata l’applicazione la cosiddetta aliquota Iva agevolata al 4% a tutti i libri e non solo. La nuova percentuale, infatti, riguarda anche i periodici, l’importante è che siano in formato elettronico. In questo modo, i prodotti editoriali di nuova generazione vengono equiparati a quelli cartacei.

La riduzione quindi passa dal 22 al 4 e, secondo le stime ufficiali, causerà una perdita all’Erario di 7,2 milioni di euro.

Resta da capire se il taglio dell’aliquota al 4% sarà di gradimento alla Commissione Europea in relazione all’ingresso di una nuova tipologia di prodotto nel paniere dei beni con l’aliquota Iva più bassa.