acquistare casa a londraQuante volte si è pensato, nel momento in cui ci si avvicina a fare un investimento immobiliare, di acquistare una casa a Londra? Ebbene la City, il centro di tutta la vecchia Europa, in questo periodo mostra prezzi al metro quadro che raggiungono i record di sempre. Senza dubbio una concausa è data dal fascino intramontabile che questa città, amata dagli inglesi stessi e alle volte ancor più da turisti e investitori, ha sempre conservato negli anni.

Da sempre possedere un appartamento a Londra è un miraggio, sia per poterlo mettere a reddito sia per avere la possibilità di utilizzarlo come “pied à terre”, per lavoro o svago. A questo proposito è importante annotare che gli italiani sono divenuti tra i più attivi nell’approfittare dei vantaggi dell’acquisto di un immobile a Londra, superando addirittura i russi, famosi per la loro vivacità nel mercato degli investimenti.

I prezzi stanno inevitabilmente crescendo, questo è inutile negarlo. Rightmove, un famoso portale di annunci immobiliari, annuncia a gran voce l’andamento del costo del mattone londinese. Al metro quadro è infatti salito di circa il 10% nell’arco del mese di ottobre 2013: si tratta di un picco anche per una città importante come Londra.

Probabilmente non durerà questa salita di prezzi, spiega Miles Shipside, l’analista di Rightmove. Nel frattempo alcuni quartieri, prima più “economici”, vedono crescere i prezzi degli immobili andando a collocarsi a pari merito con quelli di zone classicamente molto costose. Alcuni di questi sono senza dubbio Camden, Hammersmith e Fulham, in linea con il vertiginoso costo di Kensington o Westminster. Ma quanto si spende normalmente per acquistare un appartamento per una famiglia? Una casa di livello medio necessita così una spesa che si aggira attorno al milione di sterline.

Ecco quanto è cresciuto il mattone

Londra inevitabilmente spicca su tutto il mercato immobiliare inglese, e il motivo è quanto mai chiaro. È da sempre una città importantissima per il turismo, per il commercio e per gli affari, oltre che essere il centro urbano più grande del Regno Unito. Tutto il resto del Paese non sempre segue l’andamento della Capitale: infatti alcune risacche vedono diminuire il costo del mattone al metro quadro, anche in questi tempi di innalzamento dei prezzi.

Acadametrics ha analizzato i valori del mercato britannico, registrando così una generale crescita dei prezzi che si aggira attorno allo 0,5% durante il mese di settembre, andando a fissare il prezzo medio a 235.534 sterline, equivalenti a 278mila euro.

Non finisce qui però: Savills ha registrato i dati relativi ai settori di alto livello comunicando situazioni non esattamente alla portata di ogni tasca. Il settore del lusso ha infatti registrato una crescita dell’1,9% nell’area Central London durante il terzo trimestre 2013, andando a crescere di più del 30% dall’anno 2007. Annualmente l’innalzamento è sempre stato costante e continuo: +5,6% a fine settembre, forse non un dato impressionante, ma che sottolinea ancora una volta i record di rincari che la Capitale britannica subisce periodicamente.

Londra rimane perciò una delle città più ambite d’Europa, sempre affascinante e piena di attrattiva. E nel caso si possieda il budget necessario a procedere con un investimento, senza dubbio non rappresenta una mossa sbagliata nella metropoli della Rivoluzione industriale.

 

 

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy