Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n. 36 del 12 febbraio) del D.M. del 11/01/2013 che detta le regole per fruire dell’incentivo riservato all’acquisto di veicoli eco-compatibili di nuova immatricolazione, prendono il via gli incentivi atti a favorire la diffusione di veicoli ecologici. Stiamo parlando di veicoli elettrici, ibridi, a GPL, metano, idrogeno o a bassa emissione di anidride carbonica. Il tutto parte dal prossimo14 marzo. Per accedere al beneficio sarà necessaria la rottamazione di un mezzo della stessa tipologia con almeno 10 anni di anzianità e in possesso del richiedente da almeno 12 mesi. Le agevolazioni sono valide per il triennio 2013-2015. Per i privati vi è la possibilità di ottenere l’incentivo anche senza la rottamazione. L’ammontare dell’incentivo varierà in base alla quantità di emissioni di CO2 della vettura.

Il contributo è composto da 2 parti: una riconosciuta dallo Stato e una dal venditore, e ammonta al 20% del prezzo di acquisto, con un tetto massimo variabile, tra 1.800 e 5.000 euro, stabilito in base al veicolo.