L’ IMUS è l’imposta municipale secondaria e, in base all’articolo 11, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 – a decorrere dal 2014 – andrà ad affiancare l’imposta municipale propria.
L’introduzione avverrà con delibera del consiglio comunale e sostituirà la tassa per l’occupazione di spazi e di aree pubbliche (Tosap), il canone di occupazione di spazi e di aree pubbliche (Cosap), l’imposta comunale sulla pubblicità e di diritti sulle pubbliche affissioni (Icpdpa) e il canone per l’autorizzazione all’installazione dei mezzi pubblicitari (Cimp).
Per l’imposta municipale secondaria la disciplina generale di applicazione è rinviata a un regolamento governativo. Presupposto del tributo è l’occupazione di beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile dei Comuni, nonché gli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico, anche ai fini pubblicitari. Il soggetto passivo è individuato in colui che ‘‘effettua l’occupazione’’.

Share →

One Response to IMUS: imposta municipale secondaria. Cos’è, chi dovrà pagarla, quando arriverà

  1. michele perrella scrive:

    finalmente ho trovato un articolo che fa capire in maniera immediata e semplice cosa è l’IMU e questa nuova imposta denomonata IMUS che francamente non conoscevo.Complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy