Si avvicina la scadenza per i contribuenti che hanno scelto di pagare l’IMU in 3 rate. Questi sono chiamati al versamento della seconda rata di acconto. Ricordiamo, infatti, che i possessori di un immobile, considerato abitazione principale, che hanno scelto di rateizzare l’imposta (2 rate di acconto e 1 di saldo), solo per l’anno 2012 possono avvalersi di una scadenza aggiuntiva, rispetto a quelle ordinarie del 16 giugno e del 16 dicembre.

Il 17 settembre si dovrà prevedere al pagamento di un altro terzo dell’imposta (il primo è stato pagato a giugno). L’ultimo dovrà essere pagato a dicembre. Mentre le prime due rate sono identiche, però, l’ultima verrà determinata come differenza tra l’imposta dovuta per l’anno e l’importo pagato nelle prime due tranche.

Vi ricordiamo, inoltre, che per conoscere l’ammontare dell’imposta IMU totale dell’anno, è necessario verificare le delibere comunali. Ma, dato che le amministrazioni possono adottare i provvedimenti tributari sino al 31 ottobre 2012, con effetto retroattivo dal primo gennaio 2012, alla data di scadenza dell’adempimento, il contribuente potrebbe non conoscere le decisioni locali.

Le rate di giugno e di settembre, per tale motivo, vengono calcolate applicando le aliquote e le detrazioni base, posticipando al momento del saldo l’applicazione delle delibere comunali. In pratica: per l’acconto si deve considerare l’aliquota dello 0,4% e la detrazione di 200 euro, oltre alla maggiorazione di 50 euro per ciascun figlio convivente, di età non superiore a 26 anni.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy