Nulla. Se un immobile è accatastato in una categoria diversa dall’uso (esempio un ufficio nella categoria A/10, ma viene utilizzato come abitazione principale) non ha alcun effetto sul calcolo dell’IMU da versare.

La base imponibile dovrà essere sempre determinata moltiplicando la rendita rivalutata del 5% per il moltiplicatore 80 e non 160.