Rispondiamo ad una serie di domande che ci sono pervenute con un post che – siamo certi – interesserà a molti, vista la prossima scadenza IMU.

La prima casa è dotata di un magazzino accatastato come C/3. L’utilizzo però è un altro. Lo usiamo come garage. Che devo fare con l’IMU?
In base alla normativa, le pertinenze sono quelle classificate nelle categorie C/2, C/6 e C/7. E vanno considerate nella misura massima di un’unità per ciascuna categoria. Il magazzino indicato nella domanda deve scontare l’aliquota ordinaria dello 0,76%.

Se un coniuge (separato) rimane nella casa di proprietà dell’altro ed ha l’usufrutto, può pagare l’IMU come abitazione principale?
Sì. Se il coniuge ha l’usufrutto, e quindi gode di un diritto reale, risiede e dimora nell’abitazione di proprietà dell’altro coniuge, sconta l’aliquota IMU agevolata e le relative detrazioni come per l’abitazione principale.

E se la moglie abita in un’altra casa (ad esempio del figlio)?
Se l’abitazione è del figlio, concessa in comodato, è il figlio a dover pagare, come titolare del diritto di proprietà.

Quali altri soggetti oltre ai proprietari sono tenuti a versare l’IMU?
Sono tenuti al versamento IMU i soggetti titolari – su fabbricati, aree edificabili o terreni – del diritto di proprietà o del diritto reale di godimento (usufrutto, uso, enfiteusi, diritto di abitazione, diritto di godimento). Il nudo proprietario non versa l’IMU.

Ho due figli minori di 26 anni. Come si compila il modello F24?
L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento 12.4.2012, n. 53906, ha approvato il “nuovo” modello F24 sostituendo l’attuale “SEZIONE ICI E ALTRI TRIBUTI LOCALI” con “SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI” e il campo “detrazione ICI abitazione principale” con “detrazione”. L’importo da indicare in “detrazione” corrisponde alla somma di cui si usufruisce per il pagamento che si effettua. A giugno si deve indicare il 50 per cento della detrazione. Quindi, per il quesito, si a giugno, si indicherà 150 euro (sempre se si scelto di pagare in 2 rate).