Rispondendo anche dal alcuni commenti, si precisa che la normativa IMU, in riferimento al versamento dell’imposta, prevede che questo debba essere eseguito soltanto mediante utilizzo del Modello F24.

Il pagamento tramite F24 consente di avvalersi della compensazione con i crediti erariali.

Al riguardo, ricordiamo che i Comuni sarebbero tenuti a disciplinare le modalità con le quali i contribuenti possono compensare le somme a credito con quelle dovute a titolo di tributi comunali.

Altre possibilità di poter convertire eventuali somme – a nostro parere – necessita di espressa autorizzazione da parte degli organi competenti.

Alcuni Comuni hanno già chiarito che il credito ICI eventuale non sarà compensato con l’IMU a debito, perché la quota destinata allo Stato crea delle enormi difficoltà di gestione delle compensazioni tra vecchia e nuova imposta.