lavoro-occasionale-accessorio-limiti-economiciSi tratta di prestazioni di lavoro il cui ammontare non supera 5.000,00 euro nel corso di un anno solare. Il limite fa riferimento alla totalità dei committenti e non quindi al singolo datore di lavoro. E’ questa la principale novità introdotta dalla Riforma del Lavoro, L. n. 92/2012.

Parliamo in questo caso dei cosidetti buoni inps o voucher, cosa ben diversa dalle prestazioni occasionali di lavoro autonomo che abbiamo già trattato in un precedente articolo.
Il ricorso al lavoro occasionale è molto abituale in agricoltura.

Vediamo chi può utilizzarlo.

Innanzitutto gli studenti che svolgono lavoro occasionale durante i periodi di vacanza e/o il sabato e la domenica. Gli studenti universitari con meno di 25 anni di età possono invece farne ricorso in qualsiasi periodo dell’anno.
Poi ci sono i pensionati, disoccupati e addirittura i lavoratori in cassa integrazione. In quest’ultimo caso il limite economico è ridotto a € 3.000,00.

Se la prestazione di lavoro è svolta nel settore commerciale il limite scende a 2.000 euro. In questo caso i settori interessati sono i seguenti:

– industriale diretta alla produzione di beni o di servizi;
– intermediaria nella circolazione dei beni;
– di trasporto per terra, per acqua o per aria;
– bancaria o assicurativa;
– altre attività ausiliarie delle precedenti.
Possono far ricordo al lavoro occasionale anche le imprese familiari. Anche in questo caso, così come nel settore commercio il limite scende a € 2.000,00, così come per i professionisti.

I voucher nel settore agricolo sono applicabili da pensionati e giovani con meno di 25 anni di età.
Non possono, invece, usare i voucher agricoli le casalinghe,le attività agricole svolte a favore di soggetti che possiedono un volume d’affari annuo superiore a € 7.000 e chi si è iscritto l’anno precedente negli elenchi anagrafici dei lavoratori agricoli.

Vediamo alcune caratteristiche. I buoni lavoro sono:
– orari;
– numerati progressivamente;
– datati.
Essi hanno quindi una natura oraria regolata alla durata della prestazione stessa. Attualmente il valore per un’ora di lavoro accessorio è di € 10.

 

Riepilogo limiti economici annui complessivi lavoro accessorio occasionale (voucher):

Generalità dei casi € 5.000,00
Lavoratori in cassa integrazione € 3.000,00
Settore commerciale € 2.000,00
Imprese familiari € 2.000,00

Professionista € 2.000,00

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy