Buongiorno, ho un sito che monetizzo con banner pubblicitari (Google adsense, Amazon, JuiceADV…). Ho entrate annuali inferiori ad € 5.000. Il mio quesito è se sono obbligato ad iscrivermi alla sezione commercianti Inps e pagare i contributi fissi? Grazie dell’attenzione.

Contributi previdenziali partita iva

Quella che vedete è una delle i-contributi-inps-sono-obbligatoriprime domande che mi viene posta da chi mi contatta per aprire la partita iva. I contributi inps rappresentato spesso un ostacolo insormontabile per chi intende avviare una piccola attività. Si pensi a tutte quelle attività legate al web, come quella descritta dal nostro utente, o ad un attività di commercio elettronico. Essendo queste attività commerciali, il titolare dovrà obbligatoriamente iscriversi all’Inps e versare i relativi contributi fissi, attualmente di circa 3.300 euro annui, importo che aumenta anno dopo anno.

E così vale anche per tutte quelle attività artigiane, dove il titolare ha l’obbligo di iscriversi all’artigianato. La somma da versare non cambia, si versano sempre i contributi fissi, indipendentemente dall’utile che si dichiara a fine anno. I contributi si versano in quattro rate annuali alle relative scadenze (16 febbraio; 16 maggio; 16 agosto; 16 novembre), con mod. F24. Ci sono poi alcune tipologie di attività, si pensi ad un consulente informatico, dove il titolare deve iscriversi alla gestione separata inps. Solo in questi casi i contributi si versano in percentuale all’utile, con un aliquota tanto per cambiare molto elevata, attualmente al 27,72%. Alla gestione separata si iscrivono i liberi professionisti senza cassa.