google-adsense-partita-ivaLaddove un sito con al suo interno degli annunci pubblicitari di Google Adsense registri un numero maggiore di visite (e di guadagni) e sia curato con frequenza e in modo continuato, scatta l’obbligo di procedere all’apertura della partita Iva e agli adempimenti fiscali e legali del caso.

Primi obblighi fiscali per una attività abituale su un blog con i banners di google Adsense

Va subito precisato che l’obbligo di apertura della Partita Iva non è collegato al fattore dei guadagni e della regola base dei 5000 euro per rilasciare ricevute di prestazioni occasionali, poichè se il sito comincia a registrare un maggiore numero di visite ed essere curato con frequenza è a tutti gli effetti un’attività da gestire con apertura di partita Iva.

Nel caso poi specifico delle attività di gestione di un blog e guadagni costituiti esclusivamente dai banners pubblicitari di Google Adsense, è necessario inserire nella domanda di richiesta di attribuzione della partita Iva, il seguente codice di attività: 73.11.02. Tale codice, infatti, identifica soprattutto le attività legate alla conduzione di campagne di marketing e dei servizi pubblicitari. Segue l’obbligo da parte del soggetto di iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, per la natura commerciale legata all’attività di servizi pubblicitari con google adsense.

Come ogni attività con partita Iva, è necessario procedere anche all’iscrizione Inps per il versamento dei contributi, con l’unica differenza di diversa cassa. In tale caso, infatti, l’iscrizione non dovrà essere eseguita alla gestione separata Inps ma alla gestione commercianti Inps. Inoltre, laddove siano presenti i requisiti di base come il fatturato minimo, è anche possibile richiedere l’apertura di una partita Iva in regime agevolato (ad oggi è presente il solo regime forfettario)  e accedere a semplificazioni fiscali e contabili rispetto al regime ordinario.

Ulteriori adempimenti per l’attività di gestione del blog con banners Google Adsense

Altri importantissimi adempimenti per una attività di gestione blog con banners di Google Adsense svolta in modo abituale, oltre a quelli già citati di apertura partita Iva, iscrizione alla camera di commercio e alla gestione commercianti Inps, sono:

  • Invio di una fattura alla società facente capo a google adsense, con un riepilogo dei dati sull’importo guadagnato e della descrizione del sito e del periodi di riferimento degli annunci con google adsense.
  • Iscrizione all’archivio dei soggetti fiscali su operazioni intracomunitarie (Vies) poichè parliamo di un rapporto che si instaura con una società non presente sul territorio italiano.
  • Compilazione e presentazione del Modello Unico per la dichiarazione dei redditi generati con Google adsense sul proprio sito.
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy