Riportiamo – per agevolarvi nel calcolo – l’esempio di calcolo realizzato dal Ministero dell’economia e delle finanze nelle slide allegate alla circolare numero 3/D del 18 maggio.

PROPRIETARIO UNICO CON DUE FIGLI DI ETÀ INFERIORE A 26 ANNI

Rendita catastale dell’abitazione = € 750

Rendita catastale x 168*= € 126.000 base imponibile

Aliquota di base relativa all’abitazione principale e alle sue pertinenze = 0,4 %

€ 126.000 x 0,4 % = € 504 (IMU annua lorda)

Detrazione per abitazione principale = € 200

Maggiorazione per figli = € 50 x 2 (figli) = € 100

Rendita catastale della pertinenza (C/2 oppure C/6 oppure C/7) = € 60

Rendita catastale x 168*= € 10.080 (base imponibile)

€ 10.080 x 0,4% = € 40,32 (IMU annua lorda)

* Per semplicità di calcolo la rendita catastale si moltiplica per 168 (1,05 x 160) che comprende la rivalutazione della rendita del 5%.