Oggi vediamo dove aprire la partita iva. Bisogna fare una distinzione se devi aprire la partita iva come libero professionista o come impresa (artigiano o commerciante). Vediamo anche come si apre e quali sono i costi.

Aprire partita iva come libero professionista

dove si apre la partita ivaSe devi svolgere una libera professione (avvocato, architetto, medico, consulente informatico, ecc…) l’apertura della partita iva è molto semplice. Dovrai semplicemente compilare il modello AA9 che puoi reperire sul sito dell’Agenzia delle Entrate a questa pagina (clicca qui). Vediamo come devi compilare il modello, ti indicherò quali sono i quadri più importanti.

Quadro A: qui devi ovviamente barrare la casella “inizio attività” ed indicare la data.
Quadro B: Qui indicherai il nome e cognome. Puoi anche dare un nome di fantasia che sarà accompagnato sempre dal tuo nome e cognome.
Devi indicare il codice ateco che indentifica l’attività svolta. Puoi reperirli a questa pagina (vedi qui).
Sempre nel quadro B dovrai indicare l’indirizzo dove svolgi l’attività e barrare la casella nel caso tu voglia aderire al regime fiscale agevolato
Quadro C: Semplice anche la compilazione di questo quadro, con l’indicazione dei dati anagrafici e dell’indirizzo di residenza.
Quadro D e E non ti interessano mentre nel quadro F dovrai indicare il luogo di tenuta delle scritture contabili che in genere è presso il commercialista. Se conservi tu le fatture non compilare questa sezione ma devi barrare la casella “scritture contabili” nel quadro B o C.
Quadro G: qui indicherai se svolgi una seconda attività e il relativo codice ateco
Puoi tralasciare di compilare anche i quadri H e I

Infine firma il modello e unito ad un documento di identità puoi consegnarlo alla sede dell’Agenzia delle Entrate a te più vicina. Ti verrà attribuito immediatamente il numero di partita iva.
La presentazione del modello può avvenire anche tramite modalità telematiche, direttamente (previo possesso di pin per l’accesso ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate) o tramite intermediari abilitati (commercialista). L’attribuzione della partita iva è gratuita.

Aprire partita iva come impresa

Diversamente dai professionisti, artigiani e commercianti obbligati all’iscrizione nel Registro delle Imprese possono aprire la partita Iva solo in modalità telematica tramite ComUnica.
Tutta la modulistica compilata online verrà trasmessa telematicamente al Registro Imprese e quest’ultimo provvederà a comunicare ai vari enti l’avvio della nuova attività, quindi all’Agenzia delle Entrate, Suap, Inps, Inail. Sono dovuti in questo caso i bolli e i diritti (€ 35,50) e il diritto annuale (€ 53,00).

Se hai bisogno di assistenza per aprire la partita Iva il nostro studio offre un servizio di consulenza e di gestione operativa delle pratiche per l’apertura della partita Iva a distanza, effettuando per te tutte le operazioni necessarie per l’apertura della partita Iva. Contattami per maggiori informazioni e per conoscere i nostri compensi.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy