Quanto costa aprire la partita iva per vendere in dropshipping? Oggi risponderò a questa domanda e vi spiegherò quali sono gli adempimenti fiscali e burocratici.

Dropshipping, partita iva ed adempimenti fiscali

Il Dropshipping è solo unadropshipping-partita-iva modalità di vendita e quindi da un punto di vista fiscale rientra nella più grande categoria dell’e-commerce. Per avviare l’attività i costi non sono elevati; più precisamente i costi sono i seguenti:
• Apertura della partita Iva (codice Ateco 47.91.10 – “Commercio al dettaglio di prodotti via internet“);
• Iscrizione CCIAA. Una ditta individuale è tenuta a pagare bolli e diritti di segreteria (17,50 + 18,00 euro). Annualmente si versa il diritto annuale, attualmente pari a 53 euro;
• Presentazione, secondo modalità telematiche, della SCIA presso il SUAP del comune dove ha sede l’impresa;
• Attivare un indirizzo pec;
• Iscrizione alla gestione Inps commercianti.

Dobbiamo soffermarci sui contributi Inps da pagare, perché è questa sicuramente la maggiore spesa da affrontare per chi vuole intraprendere l’attività. Infatti i contributi da versare annualmente sono pari a circa 3600 euro da versare in quattro rate annuali. Sono previste però casi di esonero ed agevolazioni.
Possono beneficiare dell’esonero i lavoratori dipendenti full-time, perché questi versano già i contributi per tramite del loro datore di lavoro in busta paga. All’atto dell’apertura della partita iva, basterà quindi compilare l’apposito quadro AC di ComUnica dove appunto richiedere la non iscrizione poiché già lavoratori dipendenti.

Leggi anche: Dipendente e partita iva

Per quanto riguarda l’agevolazione possiamo dire che coloro che hanno i requisiti per aderire all’attuale regime fiscale forfettario possono beneficiare di una riduzione contributiva del -35% e versare così circa 2.500 euro anziché 3.600 euro.
Tutti questi adempimenti devono essere effettuati in via telematica. Lo Studio è a vostra disposizione per una consulenza gratuita per l’avvio della vostra attività di e-commerce.
Non esitate a commentare l’articolo per qualsiasi domanda vogliate porci.