È  stata realizzata dal CAF CNAI una nota informativa sulla compilazione dell’Isee con riferimento particolare alle recenti novità normative. Nell’Isee si deve tener conto degli effetti della cedolare secca e dell’IMU, visto che influenzano la determinazione dei benefici fiscali.

In particolare, per quanto concerne la cedolare secca, nel caso si opti per questa opzione, il relativo reddito rileva sia le deduzioni che le detrazioni. Il reddito fondiario assoggettato a cedolare secca va aggiunto al reddito complessivo del locatore: per determinare la condizione dei carichi fiscali, per calcolare le detrazioni per i carichi di famiglia, per calcolare le altre detrazioni previste dall’articolo 13 Tuir, per determinare la spettanza delle detrazioni per canoni di locazione, per stabilire la spettanza o la misura di benefici, fiscali che sono collegati al possesso di requisiti reddituali.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy