dati-e-commerce-alimentareGli italiani ricorrono sempre di più al canale online per effettuare i propri acquisti. E’ quanto affiora da una studio della Coldiretti che rileva forti prospettive di crescita per il commercio alimentare su internet.

Nel 2013 infatti il settore è cresciuto del 18% con una spesa complessiva di 132 milioni di euro.
Rispetto però agli altri paesi europei, come per esempio la Gran Bretagna, la percentuale di italiani che acquista alimenti online è ancora troppo bassa. Infatti solo il 9% degli utenti che effettuano acquisti online compra prodotti alimentari con una percentuale sul fatturato e-commerce di solo 1,2% contro il 5,5% degli anglosassoni (dato più alto in europa).

Secondo la Coldiretti la percentuale degli italiani che affermano di effettuare ricerche online per confrontare il prezzo degli alimenti è del 29%. Chi acquista online lo fa per comprare elettronica, assicurazioni, viaggi.

Ma quali sono i motivi che frenano lo sviluppo del settore?
Sicuramente, secondo la Coldiretti, la deperibilità dei prodotti e i timori di vedersi recapitare prodotti di scarsa qualità.

Sono questi i motivi per cui si sta sempre facendo largo la possibilità di effettuare la prenotazione online e ritirare il prodotto direttamente dal produttore, in modo da controllare di persona la qualità del prodotto.

Una’iniziativa questa che viene spesso effettuata mediante i gruppi di acquisto, comunemente chiamati “Gas” costituiti da condomini, colleghi, parenti o gruppi di amici che decidono di fare la spesa insieme per ottenere condizioni vantaggiose.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy