Una domanda che, purtroppo, si rivolgono sempre più italiani. A tal proposito Il Sole 24 Ore ha pubblicato un corposo articolo a firma di Vito Lops che tratta l’argomento e che richiama il noto Piano per le famiglie.

«Può capitare – scrive Lops –  che il mutuo vada in testacoda. Ovvero che la rata diventi un peso troppo forte da sostenere. Perché nel frattempo (rispetto a quanto si è sottoscritto il contratto) le condizioni lavorative o di salute sono peggiorate. Per questo motivo l’Abi, l’Associazione bancaria italiana, di concerto con 13 associazioni dei consumatori, ha rinnovato per la quinta volta consecutiva il “Piano per le famiglie” che prevede la possibilità di chiedere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo».

Continua a leggere l’articolo de IlSole24Ore cliccando qui.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy