Domanda da un milione di dollari per molti. Vediamo di rispondere e di scoprire qual è il regime contabile più conveniente per regolarizzare la propria posizione fiscale.

Guadagni adsense e fisco

google-adsense-partita-ivaPrima di tutto, c’è da precisare che per legge, per guadagnare con Google AdSense, è obbligatorio avere una partita IVA, indipendentemente dall’importo! Sembra strano, ma effettivamente è così. E non c’entra l’importo. Anche pochi euro vanno dichiarati. Leggo spesso sul web che molti parlano della possibilità di dichiarare i guadagni tramite ricevuta di prestazione occasionale. Ciò non è possibile e vi ho già spiegato il motivo in questo articolo che vi invito a leggere: Adsense ritenuta d’acconto o partita iva?

Tuttavia, la prassi comune di chi tenta di arrotondare lo stipendio, guadagnando qualche euro magari con un blog, è quella di non dichiarare alcunché. Ma quando i guadagni cominciano ad incrementare? E AdSense raggiunge l’ordine delle migliaia di euro? Come comportarsi? Conviene aprire partita IVA? E con quale codice attività?

Partiamo dal principio: se si decide di aprire partita IVA, per questo tipo di attività legata a Google AdSense, il codice attività da utilizzare è 73.11.02 – Conduzione di campagne di marketing e altri servizi pubblicitari, oppure il 73.12.00 – Attività delle concessionarie pubblicitarie.

Vista la natura di Google AdSense, è obbligatoria anche l’iscrizione al Registro Imprese. Il costo è di circa 130 euro. E va fatta anche l’iscrizione alla gestione Commercianti dell’Inps, che comporta il pagamento annuo dei contributi previdenziali. L’importo di aggira intorno ai 3.600 euro. E questi si pagano indipendentemente dai guadagni del proprio blog. Una nota per chi è dipendente full-time: si è esonerati dal pagamento dei contributi Inps. Vedi il nostro articolo “Dipendente e partita iva“.

Fattura Google Adsense

Passiamo ad un altro aspetto. Come emettere fattura a Google Adsense una volta aperta la Partita IVA?
Ecco l’intestazione alla quale vanno emesse le fatture:

Google Ireland Limited
Barrow Street, Dublin, 4
Gordon House – Irlanda
VAT ID: IE6388047V

Cosa indicare in fattura: la data, il numero di fattura, i dati del titolare dell’account Google AdSense come fornitore, una descrizione del tipo “Pubblicazione annunci pubblicitari mese di…”, l’importo guadagnato, l’IVA a zero, e il totale lordo uguale a quello netto, la dicitura “Fuori campo di applicazione dell’IVA ex art. 7-ter, D.P.R. 633/1972”.

Puoi trovare un fac simile a questa pagina, vedi: Fac simile Fattura Google Adsense.

Passando ora ad info più tecniche: qual è il regime contabile per Google AdSense? Mi sento di suggerire il regime dei contribuenti minimi. Ultima nota: chi guadagna con AdSense deve iscriversi anche al Vies, l’archivio dei soggetti fiscali abilitati alle operazioni intracomunitarie e deve presentare obbligatoriamente in via telematica le comunicazioni Intrastat, indicando il codice “631130 – Spazi pubblicitari in Internet”. I contribuenti minimi sono esonerati dalla presentazione dei modelli Intrastat per le cessioni di beni e servizi.

Per chiunque volesse ulteriori dettagli o intendesse avvalersi dei nostri servizi per l’apertura della Partita IVA e per il disbrigo di tutte le altre pratiche, vi ricordo che siamo a disposizione anche via Web. Contattami per qualsiasi informazione.