Si avvicina la scadenza per il pagamento della Tasi in quei comuni che a giugno non hanno deliberato le aliquote.
Vediamo con alcuni esempi pratici come calcolarla.
Prima cosa è bene consultare la delibera comunale per conoscere aliquote e detrazioni, se previste.

Calcolo Tasi abitazione principale
Ipotizziamo un contribuente che possiede un immobile adibito ad abitazione principale con rendita catastale pari a 104,58 e percentuale di possesso del 100%.
Supponiamo inoltre che il nostro comune abbia deliberato un aliquota sull’abitazione principale del 2 per mille e che non sia stata prevista nessuna detrazione.
La base imponibile su cui calcolare il tributo da versare è la stessa dell’Imu e si ottiene nel seguente modo:
Prendiamo la rendita catastale rivalutata del 5% e moltiplichiamo per 160:
104,58+5%*160= 17.569,44
a questo valore applichiamo l’aliquota deliberata:
17.569,44*0.2%= 35,14 euro
Otteniamo così l’importo annuo da versare in due soluzioni:
– I acconto pari al 50% entro il 16.10.2014
– saldo entro il 16.12.2014

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy