In assenza di opzione per il regime ordinario, il contribuente in possesso delle condizioni previste dalla norma per il regime forfettario opererà come tale. Quindi, per fatti concludenti si comporterà come naturale destinatario della normativa in commento, senza dover effettuare specifiche comunicazioni all’Agenzia delle Entrate.

Solo in caso di inizio attività è previsto che il contribuente debba rendere un’apposita comunicazione in sede di presentazione del modello AA9/9, barrando il quadro B. Analogamente a quanto chiarito con riguardo al regime dei minimi si ritiene che la mancata barratura della casella potrà essere sanata nei successivi trenta giorni rettificando l’originaria dichiarazione. Anche in assenza di indicazione sul modello di inizio attività varrà, in ogni caso, il comportamento concludente tenuto dal contribuente.