Vuoi sapere cosa significa il codice tributo 3918? Te lo spiego io in parole semplici. Vediamo anche come compilare il modello f24 per effettuare il pagamento.

Significato del codice tributo 3918, a cosa si riferisce?

codice tributo 3918Il codice tributo 3918 si riferisce all’imposta sugli immobili, cioè l’IMU.
Nello specifico quando parliamo di codice 3918 facciamo riferimento agli “immobili diversi dalla prima casa” per la quota che è di pertinenza del Comune.

Infatti per la quota che spetta allo Stato deve essere utilizzato il codice tributo 3919.

 

 

Codice tributo 3918: come compilare il modello f24

Ora che sai cos’è il codice tributo 3918, vediamo come deve essere compilare il modello f24 per eseguire il pagamento dell’IMU.
Prima di tutto occorre individuare la sezione del modello f24 corretta e cioè devi compilare la sezione “IMU e altri tributi locali”.
Nello spazio “codice ente/codice comune” devi indicare il codice catastale del comune dove l’immobile è ubicato. Il codice tributo è come detto il 3918, per la quota spettante al Comune.
Poi devi barrare la casella acconto o saldo in base a ciò che devi pagare. Ti ricordo le scadenze: entro il 16 giugno si versa l’acconto mentre il saldo si versa entro il 16 dicembre.
Infine devi indicare l’anno d’imposta e l’importo da pagare.

Sotto ti spiego in dettaglio come deve essere compilata la relativa sezione.

(1) codice ente/codice comune: Codice catastale comune
(2) ravvedimento: barrare la casella in caso di ravvedimento operoso
(3) immobili variati: barrare se sono intervenute variazioni per uno o piu’ immobili che richiedono la presentazione della dichiarazione di variazione
(4) acconto: barrare la casella se il pagamento si riferisce all’acconto
(5) saldo: barrare la casella se il pagamento si riferisce al saldo. Se il pagamento è effettuato in un unica soluzione barrare entrambe le caselle
(6) numero immobili: indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre)
(7) codice tributo: indicare 3918
(8) rateazione/mese riferimento: non compilare
(9) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento
(10) importi a debito versati: indicare l’importo a debito
(11) importi a credito compensati: non compilare
(12) TOTALE G: somma degli importi a debito indicati nella sezione IMU e Altri Tributi Locali
(13) TOTALE H: somma degli importi a credito indicati nella sezione IMU e Altri Tributi Locali, non compilare se non sono presenti importi a credito
(14) SALDO (G-H): indicare il saldo (TOTALE G – TOTALE H)
(15) detrazione: non compilare

Ravvedimento operoso codice tributo 3918

Se alla scadenza hai dimenticato di effettuare il pagamento puoi regolarizzare il mancato versamento mediante il ravvedimento operoso, cioè calcolando gli interessi e le sanzioni dovute per i giorni di ritardato pagamento, senza attendere che il Comune ti invii le sanzioni per il mancato pagamento che saranno in questo caso sicuramente più alte.

Su sito dell’Agenzia delle Entrate si trova un esempio di come compilare il modello f24.

Se hai qualche domanda puoi scrivere i tuoi dubbi nei commenti a questo articolo

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy