A seguito delle novità introdotte in tema di crediti superiori ad euro 4.000, il rimborso che risulta spettante al termine delle operazioni di controllo preventivo è erogato dall’Agenzia delle Entrate. Dal momento che i controlli sono indirizzati alla spettanza dei carichi familiari, per “rimborso” è corretto intendere solo l’ammontare delle detrazioni per i carichi familiari stessi e non l’importo complessivo?
In altre parole, riceverò almeno parte del mio credito nella busta paga di luglio/agosto o l’integrale rimborso sarà rinviato?

Rimborso 730 superiore 4000 euro

La legge di Stabilità 2014 hcredito-superiore-a-4000-da-730a introdotto un controllo preventivo sui rimborsi superiori a 4.000 euro, anche se scaturiscono da detrazioni per carichi di famiglia e/o da eccedenze di imposta derivanti da precedenti dichiarazioni.

Pertanto, l’Agenzia delle Entrate procederà ad effettuare il rimborso di importo complessivo superiore a 4.000 euro, mentre il sostituto d’imposta è esonerato in tale ipotesi dall’effettuazione del conguaglio.
L’Agenzia delle Entrate, dopo aver eseguito gli opportuni controlli, richiedendo al contribuente tutta la documentazione che ritiene necessaria, nei casi in cui non viene riscontrata nessuna anomalia, si occuperà di effettuare il rimborso della somma indicata a rimborso e riportata nel rigo 164 del prospetto di liquidazione, modello 730-3, elaborato dal Caf o dal professionista abilitato che ha prestato l’assistenza fiscale.
Pertanto, con specifico riferimento al quesito posto, deve essere rilevato come nessun importo verrà rimborsato dal sostituto d’imposta, mentre l’intero credito sarà accreditato solo al termine dei necessari controlli.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy