Il non inoltro della comunicazione per la richiesta del bonus del 55%, non fa cadere il diritto all’agevolazione. Tuttavia, comporta l’applicazione della sanzione da 258 euro a 2.065 euro.

Tra gli adempimenti per usufruire del bonus del 55% relativo al risparmio energetico, infatti, vi è la comunicazione da effettuare in maniera telematica all’Agenzia delle Entrate entro il 31 marzo (2 aprile), con l’ammontare di quanto è si speso nel 2012. In particolare, questo deve essere fatto da coloro che, nel 2012, non hanno terminato i lavori entro il 31 dicembre. E in relazione a ciò, ricordiamo che per il privati e i lavoratori autonomi vale il principio di cassa, cioè che la spesa è da considerare tale nel momento del pagamento con bonifico. Per le azienda, vale il principio di competenza.

Se al contrario è stato versato un acconto nel 2012, ma i lavori sono iniziati quest’anno, non va effettuata alcuna comunicazione.