Non v’è dubbio che la Bitcoin, che sta dettando la moda del momento, si presta a numerose controversie tanto da spingere le autorità americane a voler definirne le regole. Al di là di questo, comunque, la moneta in questione, oggi può vantare anche il suo primo sportello bancomat.

Ad aprirlo è stata la Robocoin, società sita in Nevada.  Per la destinazione è stata scelta una caffetteria di Vancouver. Si tratta, in sostanza, di un Atm a tutti gli effetti grazie al quale è possibile scambiare il proprio denaro sia per l’acquisto sia per la vendita di Bitcoin.

Ma come funziona? In poche parole, basta effettuare la scansione della propria mano, questo, a garanzia del fatto che il limite di tremila dollari canadesi al giorno, non sia superato.

Pensate che, trascorso solo un giorno dalla sua installazione, le transazioni effettuate sono state ben ottantuno, per un totale di dieci mila dollari di scambio.

L’utilizzo dell’Atm, comunque, può avvenire anche da parte di chi non è ancora in possesso di un conto e decide di dare vita ad un account per effettuare scambi di denaro con la moneta virtuale.

Ma cos’è, nello specifico, la Bitcoin? Ebbene, questa, non è altro che una moneta creata nel 2009. Trattandosi di una moneta protetta da codici, essa, può essere acquistata mediante la valuta tradizionale, sul web.

La Bitcoin, che si basa sulla tecnologia cosiddetta peer-to-peer, anche detta dello scambio di file online, possiede la particolarità di non operare con nessun tipo di autorità centrale, men che meno con istituti di credito.

In tale circostanza, è la rete a provvedere alla gestione delle  varie transazioni e all’emissione di Bitcoin.

È proprio tale tipo di sistema che ha spinto le autorità statunitensi a predisporre una regolamentazione dello stesso. Ad essere paventata, infatti, è l’ipotesi che il sistema in esame possa divenire terreno fertile per eventuali affari illecitie, addirittura, per il riciclaggio di denaro sporco.

Ad ogni modo, nonostante, questa moneta non sia stata ancora accolta in maniera universale, accumula comunque sempre più seguaci tra le quali, in maggior misura, le aziende: soprattutto a partire dalla fine di settembre, quando SecondMarket, il mercato americano online noto alle cronache per aver dato avvio al primo fondo di investimento solo con Bitcoin. Questo per consentire a ciascun investitore di comprare azioni in aziende private quali, per fare un esempio, Twitter.

Ad oggi il valore della moneta finora presa in esame si aggira intorno ai 200 dollari.