agenzia-entrateparticolare10Nuovi controlli dell’Agenzia delle Entrate per tutto il 2013, che saranno concentrati sui soggetti  con attività economiche  irregolari e su tutte le attività economiche non marginali che operano da un numero considerevole di anni. I controlli si baseranno su anomalie nella gestione delle rimanenze di magazzino, e nei confronti di gestori ed esercenti, che hanno incassato nel 2008 e nel 2009 con apparecchi da intrattenimento, e non hanno dichiarato in tutto o in parte, il totale delle somme spettanti come remunerazione dell’attività.

I  controlli saranno estesi anche a soggetti che hanno dichiarato somme significative dei componenti negativi di reddito rientranti nella categoria dei “costi residuali”, e verso tutti quei soggetti anomali, con dati dichiarati non congrui. Ma Non solo, saranno valutati tutti i professionisti che non hanno dichiarato in tutto o in parte compensi di lavoro autonomo certificati dai sostituti di imposta nei modelli 770 percepiti dalle Strutture Sanitarie Private; tutti i professionisti che hanno presentato pratiche di aggiornamento catastale e le imprese che non hanno dichiarato il periodo d’imposta 2011, con possibili ricavi per attività di ristrutturazione e consulenza edilizia o per riqualificazione energetica.

Verranno inoltre controllati tutti i soggetti che hanno ricevuto comunicazioni in merito ad anomalie in riferimento al triennio 2008-2010, e non hanno entro il 2011 dato chiarimenti. Inizialmente i controlli saranno concentrati sulla regolari attività di emissione di scontrini e fatture, in una seconda fase varrà controllato il personale e come ultimo passo le attività; importante è mantenere rapporti ottimali di collaborazione e coordinamento con gli organi di controllo:  Guardia di Finanza, Agenzia delle Dogane, ai Comuni e alle agenzie dei  Monopoli, INPS, SIAE.