Per scaricare il 730 precompilato dei propri clienti, commercialisti e caf dovranno essere in possesso di un apposita delega. Infatti, in caso di controlli a campione da parte dell’Agenzia delle Entrate occorrerà avere tutte le carte in regola se non si vuole incorrere in sanzioni.
Le deleghe dovranno essere annotate in un apposito registro. Infatti il professionista che dovrà scaricare il mod. 730/2015 precompilato di un cliente dovrà effettuare un apposita richiesta, comunicando il numero e la data della delega di cui si è in possesso, con annesso documento di identità. Si potrà nominare un dipendente come responsabile del processo.

La delega per l’accesso
La delega dovrà contenere i dati anagrafici del contribuente, la data in cui è stata rilasciata, l’anno d’imposta cui si riferisce la dichiarazione e l’indicazione che la delega si estende, oltre all’accesso alla dichiarazione 730 precompilata anche alla consultazione dell’elenco delle informazioni allegate alla dichiarazione.

Annotazione in apposito registro
Come detto, le deleghe devono essere annotate in un apposito registro, numerate e annotate, giornalmente, con indicazione dei seguenti dati:
– numero progressivo e data della delega;
– codice fiscale e dati anagrafici del contribuente delegante;
– estremi del documento di identità del delegante.

In caso di controlli a campione il professionista dovrà trasmettere i suddetti documenti, tramite posta elettronica certificata, entro 48 ore dalla richiesta.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti pubblicati nel blog

TROVA-FINANZIAMENTI

RICHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

Inserire il codice di sicurezza
captcha
Accetto la politica privacy